Rassegna Stampa

Il Fatto Quotidiano

TG COM 24

Intervista completa su “tgcom24.mediaset.it”

Leggo

Intervista completa su“leggo.it”

Voi

La Repubblica

Il Messaggero

Intervista completa su “ilmessaggero.it”

Social Artist

Twikie

Intervista completa su “twikie.it”

Teatro.it

Canale 5 – Mattino Cinque

Rai 1 – Storie Italiane

La Gazzetta del mezzogiorno di Bari

Il Fatto Quotidiano

Intervista completa su “ilfattoquotidiano.it

Grand Hotel

Unione Sarda

Leggo

Quotidiano di Puglia

Libero Quotidiano

TARANTO - Video intervista per theclovesmagazine.it

Un ruolo che ti piacerebbe interpretare?

Mi piacerebbe molto un ruolo comico-drammatico in una serie tv. La commedia dolce-amara è la mia corda migliore, far sorridere riflettendo. E sarebbe stupendo anche poter utilizzare il mio dialetto o cadenza pugliese…

Intervista completa su “giornaledipuglia.com”

Raccontaci questo tuo nuovo progetto professionale: “Ed è subito sera”.

In questo film interpreto Roberto De Martino, miglior amico di Dario Scherillo (Gianluca Di Gennaro), un giovane realmente ucciso dalla Camorra nel 2004 per scambio di persona. Mio padre, il magistrato Rosario (Franco Nero), segue le indagini sulle faide tra clan, nelle quali mi ritroverò tragicamente coinvolto quando la mia vita, per caso, si intreccerà a quella del camorrista O’Muccus (Paco De Rosa).
[…]
Cosa ha aggiunto alla tua carriera?
Esperienza, molta. Sia dal punto di vista umano che professionale. Ho avuto l’opportunità di conoscere personalmente una famiglia come questa di Dario Scherillo, guardare gli occhi dei suoi fratelli e sua madre, immedesimarmi, capire cosa possano provare e ringraziare Dio per la vita semplice e normale che invece hanno tante persone come me.
[…]
Intervista completa su fattitaliani.it

Aristotele disse che “le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori e non esistono”. È così importante trovare la perfezione o in fin dei conti sono anche i difetti, oltre ai pregi, che ci differenziano e ci fanno esistere?

«Una volta, immerso in una crisi d’amore, un’amica mi disse: “non puoi non vivere per paura di morire”. E credo che l’essenza di tutto sia questa frase. Dobbiamo fare, provare, sbagliare, migliorare, riprovare, aggiustare il tiro, fare bene, risbagliare e ricominciare. La perfezione e il difetto sono due facce della stessa medaglia. L’unica cosa che conta è che ci sia vita nella nostra vita. “Essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare”.»

Intervista completa su “theclovesmagazine.it”

Raccontaci un po’ di te e di come sboccia l’amore per la recitazione.

È un amore nato per caso, forse come i più grandi amori… Fu subito una grandissima emozione e dal primo giorno di set della mia vita, percepii quella sorta di stato di alienazione che vivo ogni volta. È come se fosse una realtà aumentata, la percezione del tempo mi si altera, è qualcosa difficile da spiegare. Raccontarvi un po’ di me? Ho 26 anni e vari obbiettivi di vita, per questo fiero di affermare che sono uno che lavora duramente e seriamente. Credo in Dio e credo che ciò che semini, raccogli, spesso con dinamiche inimmaginabili.

Intervista completa su “emmepress.com”

Com’è stato recitare accanto a un mostro sacro come Franco Nero?
Si impara, sempre. Cerco spesso di “rubare” qualcosa da tutti, in particolare, chi ha così tanta esperienza come Franco, ha molto da cui attingere. L’osservavo, spesso in silenzio, fondamentalmente sono anche un briciolo timido. L’osservavo quando facevamo le prove costumi, quando eravamo al trucco, quando ripetevamo le nostre scene, quando mangiavamo, quando interagiva con l’ambiente. Ho capito diverse cose e pian piano, provo ad aggiungere tutto al mio bagaglio, cercando di comporre sempre meglio la mia personalità.

[…]

Intervista completa su zerkalospettacolo.com

Se potessi svegliarti domani con una nuova  dote, quale sceglieresti?
Vorrei poter rallentare il tempo….spesso mi capita di pensare che 24 ore siano poche.Ogni singolo giorno, vorrei poter dormire di più, leggere 30 pagine di un libro, fare una partita a tennis, cucinare ogni pasto con dedizione, guardare 2 film, fare una passeggiata al mare.
Vorrei avere più tempo per vivere di più.

Tre domande in una: Il tuo sportivo preferito, il tuo film preferito, la tua canzone preferita.
Nadal e Chiellini, ne dico due. Nadal perché è un grande esempio di perseveranza, cattiveria agonistica, passione, preparazione atletica, spirito da leader. Chiellini perché ha dimostrato, con tutto il rispetto per quello che sto per dire, che nonostante una tecnica più o meno da serie C, grazie ad altre componenti è uno dei difensori più forti al mondo. Della serie che il duro lavoro batte anche il talento!
Il mio film preferito è Pulp Fiction, dopo averlo guardato 7 volte decisi di voler diventare attore.
La canzone è “Gente che spera” degli Articolo 31, non so il motivo ma da piccolo era l’unica che conoscevo a memoria.

[…]

Intervista completa su culturalclassic.it

La tua famiglia ti ha appoggiato quando hai scelto un percorso di tipo artistico?
In realtà non è molto semplice essere appoggiati in queste scelte. Sono nato in Puglia, a Taranto, una città che col cinema non ha nulla a che fare. Di conseguenza è come se avessi detto ai miei: “Voglio diventare uno scalatore” o “mi piacerebbe essere un astronauta”.
Tutto questo è accaduto mentre lavoravo come autista di un carroattrezzi del soccorso stradale per la carrozzeria della mia famiglia. Quindi diciamo che la mia scelta non fu subito concepita come un colpo di genio ma poi, con passione e dimostrando tutto il mio impegno, sono riuscito ad ottenere un po’ di fiducia dai miei genitori.
Sono molto intelligenti, generosi e sensibili, seppur siano rimasti molto esigenti, per fortuna direi.
Renderli fieri di me è uno dei motori principali della mia vita.

[…]

Intervista completa su zoomagazine.it

Chi è Gianclaudio oggi e quali sono le sue nuove consapevolezze?
Sono un 25 enne che però ha già vissuto un percorso di vita intenso e non semplice.
Ho capito che voglio essere felice e questo l’ho spesso associato ai risultati ottenuti, ma è sbagliato, dovrei godermi il viaggio nonostante tutto, o c’è il rischio di diventare schiavi di sé stessi.
Sto cercando di costruire una vita semplice, genuina, fatta di rapporti umani, sport, curiosità, voglia di avanzare, viaggiare, condividere e soprattutto, spero tanto di riuscire a recitare per sempre.

[…]

Intervista completa su redcarpetmagazine.it

Quando non lavori, come trascorri il tuo tempo libero?
Leggo libri e guardo film, anche se entrambe le cose le concepisco in realtà in ottica professionale. Amo il tennis, cerco di giocare almeno 2 volte a settimana. Amo le moto, sia di strada che d’acqua. Mi piacciono i mercatini, le bancarelle, come Porta Portese a Roma. Mi piacciono i pranzi di pesce al mare. Mi piacciono gli aperitivi col vino rosso e i dopo cena col gin tonic. Amo i dolci.

[…]

intervista completa su evershow.it

SCORRI ↑